Literatur DUO letterario 2022

Nel DUO letterario, alunne / alunni tedeschi ed italiani hanno presentato un breve racconto che hanno scritto nella loro lingua nazionale. Nei DUO italo-tedeschi, il racconto dell'altro autore deve essere tradotto nella propria lingua o rinarrato in modo creativo.

I DUO letterario 2022 sono:

  • Francesca Possamai (2004) – Feltre – Istituto Comprensivo di Primiero, Transacqua
    LA REALTÀ NEGLI SGUARDI
    Sahra Waßner, (2004) – Bonn – Aloisiuskolleg
    Kurzgeschichte zum Gedicht Todesfuge
  • Letizia Segarelli (2005) – Sutri – Liceo Ginnasio Mariano Buratt – Viterbo
    La Signora della Montagna
    Jette Hoos (2005) – Bad Salzuflen – Rudolph-Brandes-Gymnasium
    Ein letztes Mal
  • Maja Lorenzmeier (2007) – Bad Salzuflen – Rudolph-Brandes-Gymnasium
    Lias Erkenntnis
    Jan D’Orsi (2008) – Avellino – Liceo Scientifico Statale “Pasquale Stanislao Mancini”
    L’Onda
  • Felicity Spencer (2003) – Malsch – Leibniz-Gymnasium Östringen
    Samuel
    Mario Bona (2004) – Mori – Liceo A. Rosmini, Rovereto
    IL CAMPANELLO
  • Nora Antonic (2007) – Mannheim, Liselotte Gymnasium Mannheim
    Was Menschen machen
    Benedetto Viezzi, (2005) – Tarcento – Collegio Uccellis, Udine
    Il paese delle anime
  • Lara Kellner (2006) – Wörthsee – Max-Born-Gymnasium in Germering
    Saphirblaues Wunder
    Elena Viviani (2006) – Trento – Liceo linguistico Sophie Scholl Trento
    IL RISVEGLIO DI GIOVANNA

About - DUO letterario

Chi far parte di un DUO LETTERARIO ha consegnato un racconto (short story) di sua mano nella propria lingua nazionale. In un DUO virtuale italo-tedesco è quindi previsto che si traduca nella propria lingua nazionale il racconto dell’altro autore / dell’altra autrice. Il nuovo testo può essere una traduzione che si avvicini molto all’originale; ma ogni partecipante è libero anche di rivisitare il testo originale più liberamente e di riraccontarlo in modo creativo e con parole proprie. Sarebbe dunque possibile p. es. collocare la trama in un contesto più familiare al fine di integrarvi le proprie esperienze o intuizioni. Il prerequisito, tuttavia, è che il contenuto del racconto non venga modificato e che la struttura della trama e la rispettiva costellazione dei personaggi non risultino modificati in maniera sostanziale.

Al termine ultimo di partecipazione il 30 aprile 2022, erano state presentate 42 domande.

INCONTRI

Nel caso che il DUO desiderasse incontrarsi anche personalmente, la Fondazione incentiverà l’occasione di un incontro in Germania o in Italia nel luogo di residenza della / del partner del proprio DUO.

Al centro dell'attenzione della fondazione ci sono i giovani ed il loro sviluppo culturale. Inoltre la fondazione promuove la formazione dei giovani affinché diventino persone cosmopolite e consapevoli delle proprie responsabilità.

Gli autori e le autrici del DUO 2022

Francesca Possamai (2004) è nata cresciuta nella piccola cittadina di Feltre. Attualmente frequenta l'istituto tecnico indirizzo AFM(amministrazione finanza e marketing) a Fiera di Primiero con l'intenzione di continuare gli studi in ambito economico. A scuola studia tedesco e inglese, con l’intenzione di migliorare ciò che ha già appreso, magari conseguendo una laurea bilingue. Si definisce una cittadina del mondo, amante di tutto ciò che di bello esso può offrire. Per saziare la sua instancabile necessità di stare attiva, lavora nei fine settimana e nei pomeriggi, riempiendo ogni minimo attimo di tempo libero leggendo principalmente classici e coltivando la sua passione per ogni forma d'arte. Le sue aspirazioni per il futuro sono quelle di riuscire a trovare un lavoro che la rappresenti e le consenta di vedere il mondo, imparando tutto ciò che le sarà possibile.

Sahra Waßner, è nata nel 2004 a Bonn e frequenta la quarta superiore presso l'Aloisiuskolleg, un liceo di Bonn. Ha una grande passione per le lingue che proviene dalle lezioni di tedesco. Parla, oltre alla sua lingua madre, l’inglese, ha un diploma di latino, ha una conoscenza base di francese e da due anni studia anche italiano. Le piace molto viaggiare e la sua attrazione per il paese e la cultura italiana nasce da un viaggio del 2019. Apprezza soprattutto l’ospitalità e il modo di vivere degli italiani. Nel tempo libero si dedica alla musica, suona il pianoforte e prende lezioni di canto. Inoltre, si impegna in diversi organismi scolastiche, tra l’altro è caporedattrice e direttrice editoriale del giornale scolastico che è uno dei migliori giornali scolastici della Germania, riuscendo a mettere in relazione diversi aspetti di suo interesse: in primo luogo la scrittura e in aggiunta le questioni socialmente critiche e politiche. In futuro, dopo il diploma nel 2023 vorrebbe studiare scienze della comunicazione.

Jette Hoos Jette Hoos (*2005 a Paderborn) vive con la sua famiglia a Bad Salzuflen e lì frequenta il Rudolph-Brandes-Gymnasium.
È appassionata di lettura e scrittura fin dall'asilo. La scrittura l'ha sempre aiutata a esprimere sentimenti e pensieri ea elaborare esperienze. Nel 2018 e nel 2019 ha partecipato a due concorsi di scrittura, vincendone una. Nel 2019 ha anche frequentato un corso di scrittura di 15 ore dell'autore Gerald Hagemann.

Maja Lorenzmeier è nata a Herford nel 2007 e attualmente frequenta la 9° classe del liceo Rudolph-Brandes a Bad Salzuflen. A lei piace imparare l’italiano dall’ 8° classe (la terza superiore) e nel tempo libero suona il violino ed il pianoforte. Ma è stata anche entusiasta della lettura fin da piccola e per catturare la propria immaginazione e i propri pensieri, l’autunno scorso ha deciso di cominciare a scrivere. Tuttavia, le sue storie non finivano mai perché iniziava sempre a scriverne una nuova. Ora è ancora più orgogliosa di poter partecipare al “Literatur-DUO-letterario 2022” con la sua prima storia finita.

Jan D’Orsi, nato il 28 febbraio del 2008, vive nel Sud Italia ad Avellino. Sua madre è Tedesca e suo padre Italiano, ha un fratello maggiore. Parla entrambe le lingue, sia l’Italiano che il Tedesco. Si sente un cittadino Europeo e non di una singola Nazione. Frequenta il Liceo Scientifico Statale Pasquale Stanislao Mancini nella sezione internazionale. Studia tedesco e inglese oltre al programma di un normale liceo scientifico. Gli piace leggere si letteratura italiana che tedesca, sciare e gioca a calcetto in una squadra. I suoi nonni vivono in Germania e ogni anno in estate va a trovarli approfittandone per visitare qualche posto nuovo, gli piace viaggiare in generale e scoprire posti nuovi.

Felicity Spencer Felicity Spencer è nata nel 2003 a Heidelberg. Frequenta il Leibniz-Gymnasium a Östringen, dove ha parlato italiano per la prima volta. Ha un interesse per tante cose, ama le lingue, le scienze e le scienze umanistico. Nel suo tempo libero ama molto leggere i libri o passare il tempo con i suoi amici.
Nel future, vuole occuparsi con le lingue italiano e inglese. Vuole anche visitare i paesi in cui si parla queste lingue e conoscere meglio la gente e la cultura.

Benedetto Viezzi, nato a Tolmezzo, in provincia di Udine, il 13 settembre 2005, Benedetto Viezzi frequenta un classico europeo, l’Educandato Statale Uccellis, a Udine. Fin da piccolo ha coltivato le sue principali passioni: la scrittura e la lettura. Nel tempo libero infatti è solito scribacchiare racconti e divorare libri. In particolare, ama molto i saggi storici, in cui trova spunto per le sue numerose trame. Il suo sogno più grande è diventare uno scrittore, occupazione che gli darebbe la possibilità di viaggiare liberamente, altra attività che Benedetto ama. A tal proposito, si sta preparando per un'esperienza di un mese in Germania, dove frequenterà la scuola locale e visiterà le città principali. Nel futuro, ha in progetto di studiare filosofia e storia e pubblicare un libro tutto suo.

Lara Kellner, nata nel 2006, frequenta il Max-Born-Gymnasium a Germering e vive a Wörthsee, in Baviera. Nel tempo libero suona il pianoforte, canta, disegna, legge e ama scrivere racconti. Oltre all'inglese e al latino, studia anche l’Italiano da due anni e mezzo. La sua prima insegnante d`italiano ha subito acceso in lei l'amore per la lingua e il paese. Nel 2021 ha vinto il concorso scolastico in Italiano, organizato dall’organizzazione ‚Onde‘ in tutta la Germania e il premio principale era un corso di lingua di due settimane a Milano. Lara ha iniziato a scrivere racconti all'età di sette anni e nel 2020, anno della pandemia, ha scritto il suo primo romanzo fantasy chiamato "Talia", che ha autopubblicato nel 2021. Al momento sta lavorando al suo secondo romanzo fantasy "Tutto i tempi del mondo“, ambientato a Roma e incentrato sul tema del viaggio nel tempo. Le piace scrivere racconti e spesso le sue amiche le danno tre parole che poi devono essere inserite nella storia. Questo è anche il modo in cui è nato "Miracolo blu zaffiro", che tratta di lasciar andare una persona cara. Il confine tra la realtà e il fantastico comincia a confondersi, creando un'insolita, nuova prospettiva.

Mi chiamo Elena Viviano, ho 16 anni e frequento il secondo anno del liceo linguistico Sophie Scholl di Trento dove studio tre lingue, inglese, tedesco e spagnolo. Mi piace molto studiare le lingue straniere per conoscere nuove culture e per leggere poesie e testi in lingua originale. Suono due strumenti, il violino e la chitarra, grazie ai quali posso apprezzare i generi musicali più diversi, dalla musica classica al pop. Amo da sempre la letteratura poiché mi permette di conoscere culture e situazioni completamente lontane dalla mia, e come spesso capita a chi piace leggere mi sono appassionata alla scrittura. Scrivere poesie e racconti è il mezzo più efficace che possiedo per esprimere i miei pensieri e le mie riflessioni, all’interno dei miei scritti descrivo tutte le gioie, i dolori, le bellezze e le brutture, che vedo intorno a me, cosa che mi è indispensabile.

Mario Bona Mario Bona nasce nel 2004 a Trento e vive a Mori. Studia al Liceo scientifico Antonio Rosmini di Rovereto. È appassionato di lettura, scrittura, arte, musica e molto altro. Nel 2022 partecipa alle Olimpiadi di Italiano, la gara nazionale della lingua italiana, classificandosi quinto. Vivendo in Trentino, non lontano da Austria e Germania, studia anche la lingua e la letteratura tedesca. Nel tempo libero ama praticare sport all’aria aperta

Letizia Segarelli (2005), nata a Roma e cresciuta a Sutri, una piccola cittadina al confine della provincia di Viterbo, è una studentessa di indirizzo linguistico al liceo ginnasio Mariano Buratti di Viterbo. Studia le lingue straniere (inglese, francese e tedesco) con grande passione e dedizione, soprattutto per poter realizzare il suo sogno di viaggiare in Europa, oltre che per il suo interesse verso la letteratura italiana e straniera. Si è, infatti, sempre interessata alla lettura e alla scrittura, una delle tante attività creative che occupano il suo tempo libero, accanto a disegno, musica e tutto ciò che può esprimere l'immaginazione. Lei, oltre ai viaggi internazionali, ama particolarmente visitare la sua Bella Italia e prendere ispirazione dai meravigliosi paesaggi di tutta la penisola. Non sa ancora quali siano di preciso le sue aspirazioni future, ma di certo spera di poter unire le sue passioni più grandi, per le lingue straniere e per le unicità artistiche e naturali, oltre che per la letteratura, al fine di diffondere cultura e di valorizzare le bellezze della nostra Terra.

Nora Antonic (2007) Nora Antonic ha sempre avuto interesse per la scrittura, da quando sua sorella le ha mostrato come si trama un romanzo all’età di otto anni. Per il momento non se ne fece nulla, ma da allora non riesce a non pensare alla scrittura. Ha già pubblicato diversi racconti e poesie e continua ad appassionarsi alla scrittura.
Nella sua città natale di Mannheim, frequenta il Liselotte Gymnasium, dove le viene insegnata anche la lingua italiana. Suo nonno è croato, ed è per questo che trascorre sempre i giorni di vacanze sul bellissimo mare Adriatico blu, circondata dal profumo delle pinete, dalla lavanda che fiorisce in abbondanza e all’odore fresco dell’acqua salata. È li che le piace di più vivere e scrivere.



Il progetto sarà svolto insieme al



UFFICIO VIAVAI
Scambio Giovanili Italo-Tedeschi

e la libreria Eulenspiegel di Wiesloch.